Accedi Iscriviti

Accedi

Accedi con uno dei tuoi account social...

...o con il tuo account EurActiv

EurActiv.it

Salgono da otto a 13 le direttive da recepire, con una delega soppressa e sei inserite dalla commissione Politiche Ue

Ue

L'Assemblea della Camera ha avviato lunedì l'esame del disegno di legge di delegazione europea 2015, presentato dal Governo il 18 gennaio scorso, dopo le modifiche della commissione Politiche dell'Unione europea. Intanto, la commissione Politiche Ue del Senato ha concluso l'esame degli emendamenti al disegno di legge europea 2015 e dato mandato al relatore Roberto Cociancich (Pd) a riferire all'Aula.

Modificato il testo della Legge di delegazione europea 2015

La versione approvata a gennaio dal Consiglio dei Ministri, composta da 14 articoli e due allegati, mirava al recepimento di otto direttive europee e di una raccomandazione CERS e all'adeguamento della normativa nazionale a 12 regolamenti comunitari. Dopo le modifiche apportate dalla commissione Politiche Ue di Montecitorio, il testo sottoposto all'Aula della Camera si compone di 19 articoli e contiene le disposizioni di delega al Governo per il recepimento di un totale di 13 direttive europee e di una decisione quadro relativa alla lotta contro la corruzione nel settore privato, oltre alla raccomandazione CERS e ai 12 regolamenti.

Tra le direttive inserite ex novo, figurano, in materia di ambiente, la 2015/1513 sulla qualità della benzina e dei combustibili diesel e la 2015/2193 sulle emissioni in atmosfera di inquinanti originati da impianti di combustione medi. In ambito finanziario, invece, sono state inserite le deleghe per le direttive 2015/2376 sullo scambio automatico di informazioni nel settore fiscale e per la 2016/97 sulla distribuzione assicurativa.

Sempre in tema di finanza, la commissione ha soppresso la delega per la direttiva 2014/17/UE sui contratti di credito ai consumatori su beni immobili residenziali, che è già stata esercitata dal Governo con un decreto legislativo in corso di pubblicazione.

Le ultime due direttive inserite sono la 2009/156 in materia di polizia sanitaria e importazioni di equidi da paesi terzi e la 2014/90 sull'equipaggiamento marittimo.

Author: tristam sparks / photo on flickr