Accedi Iscriviti

Accedi

Accedi con uno dei tuoi account social...

...o con il tuo account EurActiv

EurActiv.it

Author: NicoMangialardo / photo on flickr La direzione antitrust della Commissione europea, sotto la guida della commissaria Margrethe Vestager, ha dato oggi il via libera ufficiale alla fusione tra Alitalia ed Etihad. Bruxelles pone come unica condizione che la nuova compagnia rispetti gli impegni presi sulla tratta Roma-Belgrado. Entrambe le aziende hanno espresso la loro soddisfazione.

"La decisione e' subordinata, in particolare, all'impegno assunto da Alitalia CAI ed Etihad di liberare alcuni slot a favore di nuovi operatori presso gli aeroporti di Roma Fiumicino e di Belgrado", si legge in una nota pubblicata dall'Esecutivo comunitario. "La Commissione temeva che il monopolio generato dall'operazione sulla rotta Roma-Belgrado avrebbe potuto comportare un aumento dei prezzi e una minore qualità  del servizio per i passeggeri. Gli impegni proposti rispondono a tali preoccupazioni" aggiunge la nota, che precisa che la fusione "non solleva gravi preoccupazioni in materia di concorrenza" su tutte le altre rotte interessate dall'operazione.

Alitalia e Etihad sulla rotta specifica Roma-Belgrado si sono impegnate "a liberare fino a due coppie di slot giornalieri negli aeroporti di Roma Fiumicino e di Belgrado a favore di uno o più nuovi operatori interessati", si legge nella nota. Inoltre, sempre sulla stessa rotta "le due societa' si sono impegnate a fornire ulteriori incentivi, tra cui la possibilità per i nuovi operatori di acquisire diritti pregressi dopo un determinato periodo" continua il documento, che conclude: "Per facilitare l'ingresso di nuovi operatori (nella rotta in questione), le parti si sono anche impegnate a offrire un accordo speciale prorata, un accordo di combinabilità delle tariffe, un accordo di interlinea nonchè l'accesso al loro programma frequent flyer".

In virtù di questi di impegni, Bruxelles ha dato il via libera all'operazione. Il comunicato sottolinea inoltre che "la Commissione ha esaminato anche gli interessi detenuti da Etihad in Airberlin, Darwin Airline e Jet Airways", prima di dare il via libera alla fusione con Alitalia. Dopo questo via libera, restano comunque aperte le questioni del controllo dell'azienda (anche se una soluzione positiva al riguardo è attesa entro la fine dell'anno) e del possibile aiuto di stato dato ad Alitalia attraverso la ricapitalizzazione finanziata da Poste Italiane.

Links
Mergers: Commission approves Etihad's acquisition of joint control over Alitalia, subject to conditions

Photo credit: NicoMangialardo / Foter / CC BY-NC-SA