Accedi Iscriviti

Accedi

Accedi con uno dei tuoi account social...

...o con il tuo account EurActiv

EurActiv.it

BrunettaAddio faldoni, archivi di carta e timbri. D'ora in poi le pubbliche amministrazioni saranno obbligate a dialogare tra di loro e con i cittadini in via digitale. Entra in vigore dal 25 gennaio 2010, infatti, il nuovo codice dell'amministrazione digitale voluto dal ministro Renato Brunetta. Il Dlgs 235/2010 è stato di recente pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale  dopo essere stato approvato in via definitiva da Palazzo Chigi lo scorso 23 dicembre.

Parco eolico - Foto di Carles Paredes LanauSu richiesta della Commissione europea, gli Stati membri hanno adottato dei piani d'azione con gli obiettivi per il 2020 in materia di produzione di energia da fonti rinnovabili (National Renewable Energy Action Plans). Secondo un'analisi di questi target nazionali condotta dall'European Wind Energy Association (EWEA), l'Europa potrebbe addirittura oltrepassare il traguardo posto dalla Commissione, cioè ottenere da fonti alternative il 20% dell'energia complessivamente necessaria.

Innovazione - European commission creditFino al 4 febbraio 2011 sarà possibile partecipare alla consultazione pubblica sul futuro Programma quadro per la competitività e l’innovazione (CIP). L'obiettivo della consultazione è definire uno strumento finanziario in grado di supportare la crescita dell'UE dopo il 2013.

Lavatrice - European commission creditPubblicati i quattro regolamenti che disciplinano l'etichettatura dei prodotti che consumano energia e connessi al consumo di energia. Da ora in poi elettrodomestici, televisori, decoder, lettori CD e DVD e anche le finestre (prodotto "connesso al consumo di energia") dovranno essere obbligatoriamente etichettati.

Neelie Kroes - Credit © European Union, 2010Tutti i computer e le apparecchiature elettroniche utilizzano una sintassi per comunicare sul web chiamata Internet Protocol. Dal momento che l'attuale versione di questo linguaggio, IPv4, si esaurirà plausibilmente entro il 2011, la Commissione europea intende favorire l'adozione del protocollo successivo, Ipv6, come parte della più ampia strategia per la digitalizzazione in Europa.